Aggiornamento: per un calcolo personalizzato indicativo del costo di una app prova How Much to Make an App?

Il costo delle app varia moltissimo a seconda del prodotto specifico che si desidera, un po’ come le auto.

Le app più semplici, le utilitarie, possono costare da 1000 a 5000 euro. Le app medie, come le auto per la famiglia, possono costare da €5000 a €20000. Le superstar costano ben oltre i 20000 euro.

Ma andiamo con ordine: teniamo presente che qualsiasi regola generale non vale per un prodotto specifico per il quale è sempre bene chiedere un preventivo.

Da €1000 a €5000

Queste sono le app costruite con componenti standard o già pronti, con un backend esistente, e una grafica semplice da realizzare. Come le utilitarie fanno una cosa bene ma senza troppe pretese.

I componenti standard sono le parti fornite già pronte con il sistema operativo del telefonino, vedi qui per avere un’idea di quelli iOS e qui per quelli Android. I componenti già pronti, sia a pagamento che gratuiti o open source sono centinaia e centinaia.

Il backend è un servizio della Rete al quale la app deve accedere per fare qualcosa. Pensiamo ad Instagram: funziona caricando le mie foto e scaricando quelle dei miei amici. Da dove? Dal suo backend. Instagram senza conessione Internet infatti può scattare e abbellire delle foto ma non condividerle con i miei amici. Naturalmente la fascia di prezzo di Instagram è ultra-superstar, ma se i dati vengono solo scaricati e non condivisi con altri i costi si mantengono molto bassi.

Ad esempio la mia app SposiFVG.com utilizza i componenti grafici standard di iOS (tabelle, mappe, etc.) ed ha una grafica carina ma che si può fare in poco tempo. Inoltre si aggiorna automaticamente dal sito sposifvg.com ma la direzione dell’aggiornamento è unidirezionale, da backend alla app. Per una app simile i costi possono essere anche di molto inferiori ai €2000.

Da €5000 a €20000

Come dalle auto familiari ci si aspetta di più che da un’utilitaria, così le app di questa fascia sono applicazioni più solide, complesse e professionali.

In questa fascia di prezzo possono ricadere sia le app con componenti custom, animazioni, o funzionalità particolari sia le app che necessitano lo sviluppo parallelo di un backend dedicato che va ad aumentare i costi. Sono comunque app che sviluppabili da un team di 1 o 2 persone in un periodo inferiore ai 6 mesi.

Per le app con componenti custom posso fare come esempio la mia app Leica SmartTaf, per la quale ho creato un sistema di Realtà Virtuale ad hoc ma che non ha backend dedicato.

Per le app con backend possiamo pensare ad una app aziendale che permetta ai collaboratori di scambiare dati, non solo di scaricarli. Un calendario dedicato, un sistema di condivisione della documentazione o degli ordini.

In questa categoria ricadono anche i giochi più semplici.

oltre €20000

Le app che costano oltre 20000 euro sono moltissime. Tutti i giochi con un minimo di grafica e animazione costano molto più di 20000 euro. Le app che accedono a grandi database, le app che devono interagire e mettere in comunicazione molti utenti, etc. A questo proposito vi propongo la storia di Twitterrific.

Uno sguardo al passato: la storia e il costo di Twitterific.

Brandt Kurowski è stato uno degli sviluppatori di una delle più famose applicazioni per iPhone e iPad, Twitterrific. Nel 2008 Twitterrific vinse il premio più prestigioso per le applicazioni iPhone, l’Apple Design Award ed è ancora considerata uno dei migliori programmi per avere Twitter sull’iPhone.

Brandt Kurowski è però principalmente noto per un suo intervento su Stackoverflow, un sito molto apprezzato dagli addetti ai lavori, a proposito dei costi e dei tempi di sviluppo di della versione per iPad di Twitterrific. In un impetuoso outing di trasparenza, Brandt corresse l’ottimistica stima fatta da uno dei soliti sapientoni che spesso ottengono considerazione a sproposito sui social network.

Traduco qui i passaggi salienti. L’intervento è del 10 ottobre 2010. Riguarda versione di Twitterrific che fu preparata in tempo per la presentazione mondiale dell’iPad.

Cerchiamo di tenerci stretti e diciamo che abbiamo lavorato 10 ore al giorno per 6 giorni alla settimana. Fanno 60 ore su 9 settimane per un totale di 540 ore. Moltiplicato per 2 sviluppatori sono in tutto quasi 1100 ore. La nostra tariffa per il clienti sarebbe di 150 dollari [110 euro] per ora, che ci dà un totale di 165.000 dollari, e questo solo per quanto riguarda il nuovo codice. Tenete presente che noi stavamo comunque riusando delle parti di codice esistenti. Una stima al ribasso del costo di quella parte di codice è di 35.000 dollari per un totale di costo di sviluppo di 200.000 dollari.

Chiunque abbia fatto del serio sviluppo può assicurarvi che c’è un sacco di lavoro di design legato ad ogni progetto. Noi avevamo due grafici che lavoravano su quell’aspetto del prodotto. […] In tutto sono 225 ore per 34.000 dollari.

Ci sono altri costi che molti sviluppatori rifiutano di tenere in conto: i costi gestionali, i collaudi, i computer. Tenendoci molto bassi posso stimare tutto questo in 16.000 e così arriviamo ad un costo complessivo di 250.000 dollari [circa 175.000 euro].

Naturalmente si tratta di costi relativi al top assoluto della qualità, in un mercato ancora instabile e con tariffe orarie da Silicon Valley. Ma rende l’idea: fare app costa molto lavoro.

Puoi chiedermi altre informazioni qui.